Israele: possibile governo nazionale

Prende forma in Israele l?ipotesi di un governo di unità nazionale con la partecipazione dei laburisti di Shimon Peres e del Partito della Torah, una formazione ultra-religiosa.
A cura di amismp Stamani l?ufficio del primo ministro Ariel Sharon ha comunicato che domenica prossima inizieranno i negoziati formali per dar vita al nuovo esecutivo. L?attuale gabinetto di Sharon ? capo della destra nazionalista del Likud ? può contare solo 59 dei 120 seggi alla Knesset, il Parlamento di Gerusalemme, dopo l?uscita di scena degli alleati di estrema destra, contrari al piano di ritiro israeliano unilaterale da Gaza.
Intanto, da New York rimbalza la notizia che l?Assemblea generale dell?Onu si riunirà venerdì prossimo in seduta speciale per affrontare la questione del ?Muro? di separazione israeliano in Cisgiordania, dopo il parere della Corte internazionale di giustizia dell?Aja, che nei giorni scorsi lo aveva definito illegale.
Nel frattempo non si fermano le operazioni dell?esercito israeliano: poco prima dell?alba, i soldati dello Stato ebraico hanno fatto esplodere le abitazioni di due attivisti a Ramallah, in Cisgiordania, affermando che si trattava delle case di due persone ricercate per la partecipazione ad attacchi anti-israeliani. Un portavoce delle forze di sicurezza di Tel Aviv ha definito l?azione ?un messaggio ai terroristi e ai loro complici?. Anche da Gaza arriva un altro ?messaggio? di Israele: secondo le fonti di sicurezza palestinesi, la notte scorsa un elicottero dell?esercito ha sparato almeno due razzi che avrebbero completamente distrutti un laboratorio; non vi sono notizie di feriti o di vittime. L?obiettivo rientra nelle operazioni condotte dalle forze di sicurezza israeliane contro presunte fabbriche di razzi ?Kassam?, gli ordigni artigianali che gruppi armati palestinesi continuano a scagliare su alcuni insediamenti ebraici vicino alla Striscia di Gaza.

Top