Iraq: in attesa di ricostruire si continua a bombardare

Mentre a Bruxelles il Consiglio dei ministri dovrebbe adottare una dichiarazione nella quale
l’Unione europea ribadisce l’impegno per il miglioramento delle condizioni del paese, sostenendo la ricostruzione economica, sociale e politica in cooperazione stretta con le Nazioni Unite, in Iraq la situazione è tuttaltro che tranquilla.
Da Baghadad, Tusio De Juliis, dell’associazione “Aiutiamoli a vivere” e “Passage to the south”, ci racconta la vita tra le gente della capitale irachena.

A cura di amismp

Top