L’Aja boccia il muro

Prime indiscrezioni dalla stampa israeliana sulla sentenza della corte dell’aAja: il muro viola il diritto internazionale. Ma per Israele non fa differenza.
A cura di amissg ‘Il muro va smantellato’. Sono queste la prime indiscrezioni sulla sentenza che la Corte internazionale di giustizia dell?Aja pronuncerà nel pomeriggio di oggi: il muro di separazione che Israele sta costruendo in Cisgiordania è contrario alle leggi internazionali, va smantellato e devono essere pagate compensazioni ai palestinesi per le proprietà loro confiscate. A darne notizia il quotidiano israeliano Haaretz Daily in un?esclusiva pubblicata sul suo sito internet.
In base ai documenti ottenuti dal giornale di Gerusalemme, il verdetto è stato sottoscritto da 14 giudici, con il solo voto contrario dell?americano Thomas Buerghental. Inoltre, il governo di Ariel Sharon viene invitato anche a rispettare ?la libertà di accesso ai Luoghi Sacri che sono sotto il suo controllo?. In attesa della lettura della sentenza, il portavoce del governo di Tel Aviv, Avi Pazner, ha ribadito l?opinione del governo di Sharon sulla Corte internazionale dell?Aja: ?Non ha alcuna giurisdizione? sulla decisione che si appresta a prendere; il verdetto non è vincolante e ha soltanto valore consultivo.

Vai alla News

Top