ALGERIA: i media indipendenti si mobilitano

Il 42esimo anniversario della festa dell?indipendenza che si celebra oggi in Algeria sarà contraddistinto da una mobilitazione per la libertà di stampa.
A cura di amismp Su iniziativa del quotidiano ?Il Mattino?, i sostenitori dei media indipendenti manifesteranno in varie città algerine (e anche a Parigi) per chiedere, tra le altre cose, la liberazione di due giornalisti: il direttore de ?Il Mattino?, Mohamed Bénichou, e Hafnaoui Ghoul, corrispondente di ?El Djazaïr News? a Djelfa, nel sud del Paese. Il primo, autore del libro ?Un?impostura algerina? che denuncia la politica del presidente Abdelaziz Bouteflika, è in carcere dal 14 giugno. Il secondo, imprigionato il 24 maggio con l?accusa di diffamazione, è esponente della ?Lega algerina di difesa dei diritti dell?uomo? ed è noto per aver denunciato gli abusi delle autorità regionali.

Il governo di Bouteflika, rieletto alla guida del Paese lo scorso 8 aprile, è oggetto di forti critiche negli ultimi tempi, soprattutto per quanto riguarda la libertà di stampa. Oltre ai recenti arresti e persecuzioni di giornalisti, l?esecutivo ha temporaneamente ?congelato? dal 30 giugno scorso le attività della catena satellitare araba ?Al-Jazira? in Algeria, decisione condannata con fermezza da Rsf (Reporter senza frontiere). Quello stesso giorno il governo ha adottato un decreto per stabilire le modalità di accredito dei corrispondenti dei media stranieri in Algeria: questi dovranno farsi accreditare dalle autorità pubbliche, mentre gli algerini che intendono lavorare per la stampa straniera non potranno farlo se non per un unico media e, nel caso in cui fossero già impiegati presso una testata nazionale, dovranno farsi dare l?autorizzazione scritta dal proprio datore di lavoro.

Top