ITALIA-ALGERIA: FNSI, SI DISCUTA DI LIBERTA’ D’INFORMAZIONE

Alla vigilia della visita di Stato in
Italia del Presidente della Repubblica di Algeria, Abdelaziz
Bouteflika, la Fnsi ha chiesto che il Presidente della Repubblica
Ciampi e il premier Berlusconi pongano nei colloqui con il capo
dello stato algerino ”il tema dei diritti civili e delle
violazioni della liberta’ dei giornalisti da parte delle
autorita’ politiche e giudiziarie attraverso condanne
strumentali, sproporzionate e inaccettabili”.
A cura di ansa ”La Segreteria della Federazione Nazionale della Stampa
Italiana, alla vigilia della visita di Stato nel nostro Paese
del Presidente della Repubblica di Algeria, Abdelaziz Bouteflika
– si legge in una nota – ricorda alle massime autorita’ italiane
la situazione insostenibile della liberta’ di informazione nella
nazione algerina. Il 14 giugno scorso il direttore del
quotidiano ‘Le Matin’ di Algeri, Mohamed Benchiou, e’ stato
condannato a due anni di prigione e si trova in carcere insieme
a altri giornalisti e attivisti del movimento dei diritti
dell’uomo ad Algeri”.
”Il Segretario Generale della Federazione internazionale dei
giornalisti Aidan White – continua la Fnsi – ha giudicato queste
condanne e altre iniziative nei confronti di giornalisti critici
nei confronti del gruppo dirigente dell’Algeria ‘minacce chiare
contro la liberta’ di espressione’, ed ancora ‘attacchi barbari
contro la liberta’ di stampa”’.
La Fnsi ”chiede al Presidente della Repubblica, Carlo
Azeglio Ciampi, e al Presidente del Consiglio, Silvio
Berlusconi, di porre nei colloqui con il Capo dello Stato
algerino il tema dei diritti civili e delle violazioni della
liberta’ dei giornalisti da parte delle autorita’ politiche e
giudiziarie attraverso condanne strumentali, sproporzionate e
inaccettabili”.

Top