I Cittadini d’Europa e la Prima Costituzione

Il 18 Giugno, a Bruxelles, é stato raggiunto l’accordo sulla prima Costituzione dell’Unione europea.
Mentre I capi di Stato e di Governo dei 25 Stati membri hanno espresso unanime accordo nel designare Roma come luogo per la firma della Costituzione, (un luogo simbolo nella storia dell’UE: nel 1957 fu firmato il Trattato che istituiva la Comunità economica europea (CEE), invece lasciano aperto il dibatitto circa la modalità di ratifica del Trattato costituzionale.
Ma cosa pensano i cittadini europei della Costituzione? Si può parlare di unificazione europea, nel nome di una comune Costituzione? Per rispondere, l cittadini dovrebbero innanzitutto leggere le 300 pagine di cui si compone il trattato.

Tito Gandini, da Zurigo, prova a dare una risposta a questi interrogativi.
Leggi il suo articolo
A cura di amismp

( ANSA)Queste le principali tappe che hanno preceduto l’approvazione della Costituzione europea:
14-15 DICEMBRE 2001: CONSIGLIO EUROPEO DI LAEKEN. Nel
castello alle porte di Bruxelles viene approvata la
”dichiarazione di Laeken” che istituisce la Convenzione,
incaricata di preparare una bozza di Costituzione europea.
Diventa realta’ una proposta avanzata al Consiglio di Nizza da
Romano Prodi, sulla base dell’esperienza fatta dal Parlamento
europeo per realizzare la carta dei diritti fondamentali.
A Laeken vengono nominati il presidente della Convenzione,
l’ex presidente francese Valery Giscard d’Estaing, e i due
vicepresidenti, l’ex premier italiano Giuliano Amato e l’ex
primo ministro belga Jean-Luc Dehaene.
28 FEBBRAIO 2002: INIZIO DEI LAVORI DELLA CONVENZIONE. Si
tiene nella sede del Parlamento, a Bruxelles, la riunione
costitutiva della Convenzione nella quale sono rappresentanti il
Parlamento europeo, quelli nazionali, la Commissione ed i
governi.
13 GIUGNO 2003: APPROVAZIONE DELLA BOZZA DI COSTITUZIONE. A
Bruxelles, la Convenzione chiude i suoi lavori approvando per
consenso la bozza globale della futura Costituzione europea.
20-21 GIUGNO 2003: CONSIGLIO EUROPEO DI SALONICCO. Al vertice
nella citta’ greca, Valery Giscard d’Estaing presenta
formalmente ai capi di stato e di governo il testo della
Costituzione approvato dalla Convenzione.
18 LUGLIO 2003: CONSEGNA DEL TESTO. Giscard d’Estaing
consegna all’Italia, presidente di turno dell’Ue, il testo
definitivo che dovra’ essere adottato dalla Cig, la Conferenza
intergovernativa.
4 OTTOBRE 2003: LA CIG AL VIA. I capi di stato e di governo
danno il via alla Cig incaricata di mettere a punto il testo
definitivo della Costituzione. Oltre ai governi dei 25 paesi
dell’Ue partecipano Parlamento europeo e Commissione.
16-17 OTTOBRE 2003: VERTICE EUROPEO. I capi di stato e di
governo esaminano la bozza. Ci sono molte richieste di modifica,
soprattutto da parte di alcuni governi.
12-13 DICEMBRE 2003: VERTICE EUROPEO. I capi leader dell’Ue
non raggiungono un accordo sulla Costituzione europea. Ci sono
problemi soprattutto sulla formula del voto a maggioranza
qualificata e sulla sua applicazione, ma anche sulla
composizione della Commissione e su alcuni temi economici. Il
testimone passa alla nuova presidenza irlandese.
25-26 MARZO 2004: VERTICE EUROPEO.I leader dei paesi dell’Ue
si impegnano formalmente a ricercare un accordo per dare
all’Unione una Costituzione entro giugno.

Top