TV: SAN MARINO RTV COORDINERA’ PROGETTO TV DEI PICCOLI STATI

San Marino Rtv coordinera’ il
progetto di dar vita a una televisione dei piccoli Stati. La
decisione e’ stata presa sulla Repubblica del Titano, al termine
di una riunione a cui hanno partecipato rappresentanti di
emittenti di Andorra, Malta, San Marino, Capodistria-Slovenia,
Citta’ del Vaticano, Svizzera italiana, Rai, Eurovisione.
A cura di ansa Nel documento finale, le emittenti dei piccoli Stati,
aderenti all’Eurovisione, sostengono che ”il modo migliore di
promuovere un adeguato rapporto ‘global-local’ delle piccole
realta’ regionali e delle identita’ culturali nazionali sia
quello di unire le forze e scambiare le esperienze fra tutti i
broadcaster dei piccoli paesi europei”. Si impegnano a
sviluppare insieme tutte le iniziative che possano promuovere
l’attivita’ transfrontaliera, attraverso un ventaglio di azioni
che possono andare dal semplice scambio di programmi, di
personale e di esperienze fino alla realizzazione di un vero e
proprio canale comune delle radio-televisioni dei piccoli Paesi.
Hanno identificato, come possibili destinatari di queste azioni
comuni – prosegue il documento – sia le comunita’ degli
espatriati che vivono all’estero, sia, piu’ in generale, tutti i
cittadini europei, per renderli il piu’ possibile partecipi
della realta’ dei piccoli Paesi.

San Marino Rtv, promotrice dell’incontro, ha sostenuto con il
pieno supporto del Governo della Repubblica, che il modo
migliore di perseguire questi scopi sia quello di dar vita –
attraverso modalita’ e strategie da definire – ad una vera e
propria televisione dei piccoli Stati.
La prima fase del progetto, per cui e’ stata chiesta
l’assistenza ai servizi permanenti dell’Eurovisione, e’ la
Costituzione di un Comitato operativo (composto da
rappresentanti di ogni piccolo Stato) che dovra’ identificare le
azioni comuni da svolgere, incrementare l’accesso ai servizi
forniti dall’Eurovisione e, infine, redigere un piano di
fattibilita’ (e un business plan) del progetto di canale dei
piccoli Stati. ”Un documento in questo senso – conclude la nota
– verra’ sottoposto, in occasione dell’Assemblea generale
dell’Eurovisione che si terra’ a San Pietroburgo l’1 e il 2
luglio prossimi, all’approvazione anche dei membri dei piccoli
Stati che non hanno potuto prendere parte ai lavori della
riunione di San Marino”.

Top