Iraq: Sadr verso la tregua

Il leader sciita Moqtada al Sadr ha ordianto ai miliziani non originari di Najaf a fare ritorno alle loro città ed alla vita civile.
Dopo la dichiarazione favorevole al nuovo governo dello scorso venerdi, il segnale sembra indicare la volontà del giovane mullah di rafforzare la tregua sancita dopo settimane di combattimenti a Najaf, Kufa e Karbala.
A cura di amislc Ma la situazione generale dell’Iraq in vista del supposto passaggio di poteri del 30 giugno non sembra affatto migliorare.
Oggi è stato ucciso in un agguato Ghazi al-Talabani, il responsabile dei campi petroliferi del nord del paese, ad un giorno dal sabotaggio degli oleodotti per l’esportazione del greggio nel nord e nel sud dell’Iraq.
Talabani, cugino di Jalal Talabani il leader dell’Unione Patriottica del Kurdistan, è il terzo ufficiale del governo provvisorio ad essere assassinato nel giro di pochi giorni. Bassam Qubba, Vice Ministro degli esteri è stato ucciso sabato a Baghdad, mentre il giorno dopo è stato assassinato Kamal al-Jarrah, dello staff del Ministro dell’Educazione.

Top