CILE: DETENUTI COSTRETTI A INTERROMPERE SCIOPERO SETE

Quattro detenuti per delitti
politici appartenenti al Frente Patriotico Manuel Rodriguez
(Fpmr), da 60 giorni in sciopero della fame e della sete, sono
stati idratati a forza dai medici dell’ospedale del carcere di
Santiago, ma hanno comunque proseguito la loro protesta.
A cura di ansa I quattro, Esteban Burgos, Jorge Espindola Robles, Jorge
Mateluna e Hardy Pena, sono stati trasferiti in ospedale perche’ le loro condizioni si erano aggravate al
punto che i medici temevano per la loro vita. Con l’idratazione
forzata, le loro condizioni sono migliorate e i quattro hanno
chiesto di poter tornare alle loro celle, pur proseguendo lo
sciopero della fame ad oltranza.
L’avvocato dei quattro militanti del Fpmr ha fatto sapere che
continueranno la protesta finche’ non sara’ approvato al Senato
il progetto di legge per l’indulto ai condannati che abbiano
gia’ scontato dieci anni di carcere e che si impegnino a
rinunciare alle azioni politiche violente.
La legge ha l’approvazione della maggioranza e di una parte
dell’opposizione, ma non e’ sufficiente per ottenere il quorum
necessario. Vari parlamentari dell’opposizione si oppongono
all’indulto se non sara’ concessa un’amnistia analoga anche ai
militari e agli agenti di sicurezza condannati per violazioni
dei diritti umani durante la dittatura Pinochet.

Top