SUDAN, VIA LIBERA ALLA PACE TRA NORD E SUD

I tre protocolli di intesa firmati mercoledì sera a Naivasha, in Kenya, spianano la strada a una pace definitiva tra il governo del Sudan e il movimento “ribelle” meridionale Spla. Gli accordi riguardano la partecipazione dei meridionali al potere, lo status della capitale Khartoum e quello di tre aree contestate (Abyei, Monti Nuba e Nilo Azzurro Meridionale), geograficamente parte del Nord, ma da sempre in lotta al fianco del Sud. Un traguardo importante, ma che ancora non significa pace: mancano ancora i dettagli del cessate-il-fuoco e delle forze internazionali di peace-keeping e un trattato di pace che comprenda tutti gli accordi firmati finora. Tutto questo però non tocca il Darfur, dove la guerra invece continua. Dal Cairo, il servizio di Irene Panozzo
A cura di amisfd

Leggi l’articolo dal sito di Lettera 22

Top