Rep.Dem.Congo – Scontri a Bakavu. Si teme una esclation di violenza

E’ tornata la calma a Bakavu, città del Sud Kivu nel sud-est della Repubblica democratica del Congo, dopo i violenti scontri di stamani tra le Forze armate congolesi, il nuovo esercito ‘unificato’ del Paese, e un gruppo di uomini armati composto da elementi della ex ribellione filoruandese che controllava la zona prima della pace, la Coalizione democratica congolese(Rcd-Goma).
A cura di amissg I combattimenti sono inizaiti ieri sera quando gli ex ribelli della Rcd, guidati dal colonnello Mutebusi, hanno cercato di oltrepassare la frontiera col Rwanda e sono stati bloccati dall’esercito congolese. Mutebusi, accusato di essere coinvolto nel tentato omicidio del suo superiore, il generale Prosper Nabyolwa, è stato prelevato in mattinata dagli uomini della missione delle Nazioni Unite in Congo (Monuc).
Si teme che possano riaccendersi tensioni latenti capaci di coinvolgere altri protagonisti del conflitto congolese. Voci non ancora confermate riferiscono di Mayi Mayi, partigiani congolesi che non hanno mai avuto rapporti idilliaci con la Rcd, che avrebbero preso posizione su alcune colline intorno alla città, mentre altre indiscrezioni parlano di colpi di mortaio partiti dal territorio ruandese, probabilmente dai militari di guardia alla frontiera.
Intanto, a Kinshasa è in corso un incontro per cercare di risolvere la situazione. La Monuc ha confermato la morte di due militari e del presidente della corte d’appello di Bukavu, il giudice Kabamba, ucciso nella sua abitazione da una pallottola vagante.

Top