Io c’ero (ma se c’ero dormivo)

La stampa americana, sorpresa e ancora sotto choc per i maltrattamenti ai prigionieri iracheni, si sta scatenando: la tortura è indegna di un paese civile. Un bel figurone mondiale per i giornalisti delle testate ufficiali USA, già accusate di fare il gioco del padrone. Sorge però il sospetto che anchor-men e reporter fedeli alla Casa Bianca avrebbero preferito restarsene in silenzio se qualche guastafeste non avesse tirato fuori quei maledetti rullini. Perché di occasioni per protestare contro la tortura, i vari giornali e le varie emittenti televisive d?America ne avrebbero avute, eccome!.

Leggi l’articolo completo sul sito di Reporter Associati.

Ascolta il servizio di Bianca Cerri
A cura di amismp

Top