Assegnato il premio Mostafà Souhir

E’ stato assegnato il primo Premio Mostafà Souhir per la multiculturalità nei media. La cerimonia in cui sono stati premiati i vincitori delle diverse sezioni si è svolta sabato 22 maggio alla Stazione Leopolda di Firenze.
A cura di red. Il premio, in memoria di un Mostafà, giornalista immigrato attivo sui temi della multiculturalità e dei diritti umani, prematuramente scomparso circa tre anni fa, è un riconoscimento che mira non solo a valorizzare le professionalità di origine immigrata nel campo dei media, ma anche a farle emergere dove siano potenziali.

Il premio è stato attribuito a Faustin Akafack e Raymon Dessi, autori della trasmissione Asterisco, messa in onda da diverse radio locali nel bolognese. Un format dai contenuti originali, che ha indagato, di volta in volta, su diversi aspetti della vita quotidiana per gli immigrati, e non solo, in Italia. Una trasmissione che si è rilevata di interesse per tutti, immigrati ed italiani, creando quel “luogo di condivisione, che deve essere la programmazione multiculturale nei media”, come ha sottolineato Raffaele Palumbo, direttore di Controradio e membro della giuria.

Due le sezioni speciali del premio. Il premio alla carriera è stato conferito alla giornalista RAI Maria de Lourdes Jesus, storica voce in radio ed in TV, tuttora uno dei volti più noti tra i giornalisti di origine straniera, per il suo percorso professionale, che ne ha fatto senz’altro un pioniere dell’informazione multiculturale, con un costante impegno per la promozione di una società più ricca e dalle diverse culture. La menzione speciale giovani è andata ex-aequo a Fabricio Liardi e a Emilia David Dorogoreanu, per il loro impegno e la freschezza di approccio ai temi, che, da giovani, hanno saputo esprimere.

Top