India – Un Sikh primo ministro. La prima volta.

E’ la prima volta in India che un Sikh viene scelto come capo dell’esecutivo. Manmohan Singh, 72 anni ed ex ministro delle finanze, guiderà il paese al posto di Sonia Gandhi che ha rinunciato martedi’ alla candidatura.
A cura di amissg “lavorare per l’armonia del paese”. Questo il proposito del neo premier indiano, Manmohan Singh. L?uomo scelto dal partito del Congresso e dai suoi alleati, ha posto come priorità del suo mandato la pace sociale e con il vicino Pakistan. Singh, inoltre, potrebbe chiudere un sanguinoso capitolo della storia nazionale: per la prima volta un seguace sikh guiderà l’India, paese segnato dalla violenta contrapposizione tra musulmani, induisti e sikh. Fu proprio un radicale sikh a uccidere Indira Gandhi il 31 ottobre del 1984, come risposta terroristica alla violenta repressione voluta dalla nuora di Sonia contro gli indipendentisti sikh del Punjuab.
La cerimonia ufficiale di investitura e’ prevista per sabato.

Top