Cipro: il partito Akel contro il piano di riunificazione

Il partito di maggioranza relativa nella parte greca dell’isola di Cipro, il partito comunista Akel, ha respinto il piano ONU per unificare l’isola.
A cura di amislc Il rifiuto è dovuto alle poche garanzie che i militari turchi lasceranno effettivamente il territorio della attuale Repubblica Turca di Cipro. Per lo stesso motivo la Russia ha posto il veto sulla risoluzione Onu, un evento che non si verificava dal 1993.
Oggi è inoltre l’ultimo giorno di campagna elettorale per il referendum sull’unificazione che si terrà sabato nelle due repubbliche e che sancirebbe, se approvato da entrambe le parti, l’ingresso di tutta l’isola nell’Unione Europea.
In caso di bocciatura in una delle due repubbliche, l’ingresso riguarderebbe solo la partre greca.
Ed è questo il motivo che ha spinto il Commissario UE Gunter Verheugen a criticare apertamente la posizione del governo greco cipriota, che ha accusato di aver finto interesse per il piano di riunificazione per poi boicottarlo.

Top