Napoli: digiuno per i permessi di soggiorno

Dalla mattina ieri, lunedì 5 aprile, si sta svolgendo un digiuno di protesta da parte degli immigrati dell’Associazione “3 febbraio-Napoli” per sbloccare la situazione dei permessi di soggiorno.
A cura di amismp I trecento digiunanti sono fermamente convinti di continuare lo sciopero ad oltranza, fino a quando non riceveranno risposte esaustive da parte degli organi competenti. Dall’associazione di immigrati viene rilevata l’assenza della stampa e dei giornalisti televisivi che indica una certa indifferenza. E sul permesso di soggiorno lo scorso febbraio un importante provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Bologna che ha sancito la possibilità di convertire il permesso di soggiorno per motivi di salute in permesso di soggiorno per motivi di famiglia.
Per il 4 giugno è prevista una giornata nazionale contro i Centri di permanenza temporanea (CPT) da parte di un cartello di organizzazioni per dimostrare verso le ingiuste politiche della legge Bossi-Fini.
L’invito rivolto a tutte le reti della società civile è di sottoscrivere l’appello e a scendere in piazza davanti alla Questura, alla Prefettura, ai Cpt o in altri luoghi significativi di ogni città d’Italia.
Intanto il Comitato Immigrati di Milano invita a confrontarsi mercoledì 14 aprile a Milano prima dell?assemblea nazionale del movimento antirazzista e degli immigrati che si realizzerà a Roma i prossimi 17 e 18 aprile;

Top