Costa d’Avorio: dopo le violenze il deserto

La città commerciale di Abidjan è stata ieri teatro di violenti scontri. Le forze di polizia e l’esercito hanno aperto il fuoco contro i dimostranti del fronte delle opposizioni, che giovedi erano scesi in strada per quello che doveva essere il primo di una tre giorni di manfiestazioni di protesta. Almeno 25 le vittime civili.
A cura di amislc La protesta era rivolta contro il Presidente Laurent Gbagbo, accusato di non aver rispettato gli impegni presi durante i negoziati di pace.
Human Rights Watch ha condannato la repressione messa in atto nelle strade di Abidjan. Secondo il portavoce della divisione africana dell’organizzazione umanitaria Peter Takirambudde “è inaccettabile paragonare degli oppositori politici a dei nemici armati”.
Visto l’esito del primo giorno di manifestazioni gli organizzatori delle proteste hanno invitato i cittadini a rendere deserte le strade della capitale economica della Costa d’Avorio barricandosi in casa.

Top