Palestina: la situazione insostenibile

Dopo l’ assassinio dello sceicco Yassin, ad opera dell’esercito israeliano, la situazione in Palestina diventa sempre più insostenibile, non solo per le popolazioni locali, ma anche per tutte le organizazioni internazionali che operano in quei territori.

La testimonianza di Laura Mauritano, una operatrice della GVC (Gruppo Volontari Civili), una ONG di Bologna che opera in Palestina dalla metà degli anni ’90, promuovendo attività generatrici di reddito, e di tutela delle risorse idriche per la popolazione palestinese.
A cura di amismp

Gli USA hanno bloccato una proposta di risoluzione di condanna dell’assassinio dello sceicco Ahmed Yassin, avvenuto lunedi 22 marzo. La motivazione, espressa dall’ambasciatore statunitense John Negroponte è che il testo proposto “non denunciava le attività terroristiche di Hamas.
Il testo era stato redatto da Paesi membri del Gruppo Arabo e proposto dall’Algeria, unico stato arabo membro, a rotazione, del Consiglio di Sicurezza.
Intanto a Ginevra la Commissione Onu sui diritti umani ha approvato con 31 voti a favore, 2 contrari (Usa e Australia) e 18 astenuti (tra i quali i Paesi dell’UE) una dura risoluzione di condanna per l’assassinio di Yassin. La risoluzione, approvata con i voti dei Paesi membri dell’Organizzazione della conferenza islamica (Oci), è stata presentata dagli stessi Stati dell’Oci e dallo Zimbabwe in una una seduta speciale convocata durante la sessione annuale della commissione in corso in questi giorni. La risoluzione “condanna con forza le continue gravi violazioni dei diritti umani nei Territori palestinesi occupati” e in particolare “l’assassinio dello sceicco Ahmad Yassin in violazione della quarta Convenzione di Ginevra”. Il testo denuncia “la liquidazione e l’assassinio di leader politici da parte delle forze di occupazione israeliane nei territori palestinesi occupati” mettendo l’accento sulla “possibilità di una nuova ondata di violenze”.

leggi la risoluzione di condanna della commissione Onu sui diritti umani

Top