La commissione UE condanna Microsoft

Dopo oltre cinque anni di indagini, la Commissione europea ha deciso di condannare Microsoft, il colosso americano dell’informatica per ”abuso di posizione dominante”.

A cura di amismp Lo riferisce un comunicato ufficiale dell’eurogoverno in cui si confermano l’obbligo per il colosso Usa di fornire una versione di Windows senza Media Player e di condividere informazioni riservate con i concorrenti nel settore sei server di fascia bassa.
Bruxelles accusa Microsoft di aver deliberatamente soffocato la concorrenza nel mercato dei server di fascia bassa, rifiutandosi di fornire le informazioni necessarie per permettere ai concorrenti di competere sullo stesso livello. In modo analogo, il colosso Usa ha violato la concorrenza ”legando” il programma multimediale Windows Media Player al sistema operativo Windows presente su oltre nove pc su dieci.
La Commissione ha ordinato che siano rivelati ai concorrenti, entro 120 giorni, le interfacce
necessarie affinche’ i loro prodotti possano essere i grado di ‘dialogare’ con l’onnipresente sistema operativo Windows”.
Per quanto concerne Media Player, inoltre, ”Microsoft e’ obbligata entro 90 giorni ad offrire ai produttori di Pc (o nel caso di vendita diretta, agli utenti finali) una versione del suo sistema operativo Windows senza Media Player”.

Top