Nepal: soldati regolari agli arresti per violazioni dei diritti umani

L’esercito nepalese ha ammesso che due suoi soldati sono agli arresti per degli eccessi commessi durante alcune operazioni contro i ribelli maoisti. Lo stesso esercito ha ammesso che anche un maggiore è detenuto per aver violato i diritti umani durante un’operazione nel distretto di Ramechhap ad Agosto del 2003.
A cura di amislc I soldati in questione sono accusati di aver ucciso diversi civili nelle colline del distretto di Khotang.
Il maggiore è invece ritenuto responsabile dell’uccisione di 19 guerriglieri, avvenuta quando questi erano già stati fatti prigionieri.
Da Agosto, quando si sono interrotti i negoziati di pace tra governo e ribelli maoisti, sono stati uccisi circa 2000 guerriglieri, portando a 9000 il totale delle vittime della lotta tra la monarchia che governa il paese e la guerriglia che vorrebbe rovesciarla.

Top