USA: passa la legge del cheesburger

La Camera dei Deputati USA ha approvato, con 276 voti favorevoli e 139 contrari, una legge contro le cosiddette “cause frivole” che non consentirà ai cittadini di citare le industrie dell’alimentazione, ritenute responsabili delle proprietà ingrassanti dei loro prodotti.
A cura di amislc La legge, già soprannominata “cheesburger bill”, arriva il giorno dopo la pubblicazione, da parte del Centers for Disease Control and Prevention, di uno studio che dimostra come in dieci anni l’obesità sia diventata una delle principali cause di morte negli States. Dal 1990 l’aumento delle morti per cause collegate all’obesità è stato del 33%, con 400.000 decessi nel solo 2000.
La prima causa intentata da un cittadino USA contro una multinazionale del cibo è stata avanzata nel 2002 da un Newyorkese che riteneva la catena McDonalds responsabile per la sua obesità.
Con l’approvazione del “cheesburger bill”, secondo i critici della legge, le industrie dell’alimentazione non dovranno più preoccuparsi della salute pubblica.
La legge dovrà ora essere vagliata dal Senato, che in passato ha già bocciato alcune leggi che proteggevano la grande industria da cause legali avanzate dai cittadini.

Top