Olanda: rischio espulsione per 26.000 rifugiati

La tollerante società olandese si ritrova con un provvedimento all’esame del parlamento che rischia di spaccare il paese. Il governo di centrodestra ha infatti appoggiato un disegno di legge che prevede l’espulsione dei richiedenti asilo le cui domande non siano state approvate.
A cura di amislc La cifra totale dei probabili deportati si aggira intorno alle 26.000 unità e comprende persone che vivono in Olanda da ormai diversi anni. Secondo il disegno di legge sono interessati al prvvedimento tutti i richiedenti asilo arrivati in Olanda prima dell’Aprile 2001.
Alcuni fra i casi più eclatanti, che riguardano circa 2300 persone, sono stati stralciati ma, da quanto denuncia Human Rights Watch, alcuni rifugiati sarebbero rispediti nei paesi dai quali sono fuggiti come Afghanistan, Somalia and Cecenya, in palese violazione degli standard internazionali.

I richiedenti asilo in via di espulsione dovrebbero essere custoditi in centri di detenzione temporanea del tutto simili ai nostrani lager per migranti, i CPT.
La società civile olandese, con l’appoggio del Consiglio delle Chiese, si è già pronunciata contro il provvedimento con manifestazioni di protesta, mentre un sondaggio rivela che i due terzi della popolazione sono favorevoli ad un amnistia generale per i richiedenti asilo che si trovano in Olanda da più di cinque anni.

Top