Iran: le dimissioni di 100 parlamentari

Si fa sempre più tortuoso il percorso delle elezioni politiche in Iran previste per il 20 Febbraio. Cento parlamentari in carica hanno rassegnato le dimissioni per protestare contro la decisione del Consiglio dei Guardiani della rivoluzione islamica di escludere i candidati riformisti.
A cura di amislc Il Consiglio della rivoluzione, un organo non elettivo di dodici membri, aveva recentemente riammesso un terzo dei 3.600 candidati riformisti che in precedeza erano stati ritenuti ineleggibili. Secondo i parlamentari in dimissione, ottanta dei quali sono nella lista nera degli ineleggibili, tutti i candidati dovrebbero essere riammessi.
Il Presidente Khatami, esponente riformista, ha dichiarato, prima di ammalarsi per lo stress accumulato, che non darà il via ad elezioni che non siano effettivamente competitive.

Top