Disobbedienti arrestati: tribunale del riesame, la conferenza stampa

Roma. L’ arresto delle settimane scorse di Disobbedienti e’ per il senatore di Rifondazione Comunista Giovanni Russo Spena ”uno dei tentativi di decapitare il movimento” dei Disobbedienti. Il parlamentare e’ intervenuto alla conferenza stampa davanti all’ ingresso del Tribunale di Roma in via Golametto
A cura di altremappe Russo Spena ha detto di essere sicuro che domani il Tribunale del Riesame liberera’gli arrestati. Gli ha fatto eco il parlamentare Verde Paolo Cento che ha chiesto una ”amnistia generalizzata per coloro che dal 1993 hanno condotto lotte sociali perche’ escano dall’ ipoteca del Codice Penale; sono quelli che a viso aperto – ha detto – hanno potuto compiere qualche illegalita’ come l’ occupazione di una casa”.
E’ intervenuta anche la capogruppo di Prc al Comune di Roma Patrizia Sentinelli per la quale la vicenda dei 14 arrestati ”non e’ un fatto privato, ma riguarda tutto e tutti” sottolineando che il silenzio su questo evento ”e’ agghiacciante, e’ quasi una rassegnazione”. In senso generale ”non ci sono sconti che si possono fare a liberta’ e diritti” ha aggiunto, chiedendo ”agibilita’ politica per tutto e tutti”.

Solitamente percorsa da auto blindate o di servizio, via Golametto invece da questa mattina e’ coperta di striscioni con scritte come: ‘Nunzio D’Erme sindaco de Roma’, ‘Non ci avrete mai come volete voi. I sogni non si arrestano’, ‘E’ pericoloso avere ragione quando il governo ha torto’.

Top