PALESTINA: CREAZIONE DI UN INCUBATORE TECNOLOGICO

I Palestinesi hanno investito 3,2 milioni di
dollari USA per creare il primo incubatore tecnologico in Cisgiordania e
Gaza, P.I.C.T.I. (Palestinian Information Communication Technology
Incubator).
A cura di ice Si tratta di un progetto dell’Associazione Palestinese della
Tecnologia Informatica (P.I.T.A.) in collaborazione con alcune
organizzazioni locali del settore e donatori internazionali. Situato a
Ramallah, la città della Cisgiordania che ospita i 3/4 delle società
palestinesi operanti nel settore dell’Information Technology,
l’incubatore tecnologico offrirà servizi ed esperienze operative per
aiutare le imprese a trasformare le loro idee in affari, definire il
management system che permetterà loro di creare i propri prodotti
tecnologici e sviluppare la crescita del settore IT

Il P.I.C.T.I. verrà
gestito dal Development Alternatives Inc. (D.A.I.), un subfornitore
della US Agency for International Development (US.AID), che lavorerà in
stretta collaborazione con P.I.T.A., la Palestinian Banking Corporation
e PALTRADE. E’ in trattative la partecipazione della PAL.TEL
(Palestinian Telecommunication Company). Un’ampia parte dell’attività
dell’incubatore sarà dedicata ad aiutare le società locali di IT ad
affermarsi sui mercati regionale e internazionale, data la ristrettezza
del mercato palestinese in questo settore.

Top