AUSTRIA: XENOFOBIA ANTI-TURCA VIA SMS

VIENNA: allarme per
l’attivita’ di alcuni sconosciuti che hanno lanciato una
campagna xenofoba antiturca via sms. E’ accaduto nel Burgenland, la regione piu’ piccola
dell’Austria ai confini con l’Ungheria.
A cura di amisfd Sui cellulari di
parecchi ragazzini e ragazzine delle medie e delle superiori si
e’ diffuso un messaggio nel quale si chiede la cacciata dei
turchi dall’Austria e si chiede di mandare avanti il messaggio,
come in una sorta di catena di Sant’Antonio tecnologica, in modo
che ”per ogni sms viene ucciso un turco”.
Il testo e’ siglato da un fantomatico ”Fronte per la
liberazione dai turchi”.

Come ha riferito ieri la tv di stato Orf, della vicenda si
sta occupando il Verfassungsschutz, la speciale autorita’ di
Vienna per la tutela della costituzione, competente anche per
l’osservanza delle leggi contro l’odio razziale. Un gruppo di
psicologi e’ stato incaricato dalle scuole di predisporre un
programma per spiegare ai giovani che l’invio di queste sms
costituisce un grave atto di incivilta’.
L’associazione ”Kinderfreunde” (Amici dei bambini) del
Burgenland ha rivolto un appello ai genitori a parlare con i
loro figli per prevenire pregiudizi contro gli ”altri”,
stranieri o gruppi sociali difficili.

Top