Presidenziali Usa: prossima tappa New Hampshire

Le primarie dell’Iowa hanno dato il primo vedetto, Richard Gephardt è fuori dalla corsa alla nomination. Il turno elettorale ha visto invece, con il 37.7% delle preferenze, il successo di John Kerry, 60 anni, veterano del Viet Nam e iniziale sostenitore della guerra in Iraq.
A cura di amislc Howard Dean ha avuto invece solo il 18% dei voti, che lo ha relegato per il momento al terzo posto nella classifica dei democratici in corsa per le elezioni presidenziali.
Gli altri due candidati eccellenti, il generale Wesley Clark, comandante delle operazioni militari in Kosovo, e Joe Liebermann, senatore della destra del partito, non hanno ancpora ancora preso parte alla gara che designerà lo sfidante ufficiale di George Bush.
Da tenere presente il dato geografico che, come sempre, contraddistingue le presidenziali USA: sia Kerry, che ha vinto in Iowa, che Dean, sponsorizzato dall’ex vice-presidente nonchè ultimo candidato alla presidenza Al Gore, sono uomini del nord, e difficilmente riusciranno ad attirare le simpatie e le preferenze nel profondo Sud della Bible Belt, fosse anche nelle roccaforti democratiche. Wesley Clark è invece conterraneo di Bill Clinton, ultimo presidente democratico non a caso dell’Arkansas.
Ma la strada è ancora lunga, si ricomincia dal New Hampshire la prossima settimana e poi in Sud Carolina, la terra del Senatore Edwards, secondo in Iowa con il 31.8% delle preferenze.

Top