ROMA: ARRESTI PER VOLANTINAGGIO CONTUNDENTE

Ieri 16 Dicembre, era indetto alla stazione di Roma Tiburtina un
volantinaggio pubblico, promosso dall’assemblea metropolitana per il
reddito di cittadinanza, che ha organizzato il 22 Novembre a Roma il primo
corteo nazionale sul reddito per tutti.

Il tutto si è concluso con cinque fermi che questa mattina non sono stati convalidati in arresti.
Abbiamo sentito Giuliana dal Tribunale di Piazzale Clodio
A cura di red

Comunicato stampa

L’iniziativa era in solidarietà
con il nono sciopero generale degli auto-ferro-tranvieri svoltosi in tutta
Italia il 15 Dicembre, per ribadire il diritto alla mobilità e all’accesso
gratuito ai trasporti pubblici.

Durante il volantinaggio si sono avvicinati diversi agenti della Polfer,
con l’intenzione di sequestrare i volantini e minacciando i partecipanti
di fermo e di trasferimento immediato al Commissariato della Polfer. Gli
agenti hanno subito creato un clima di tensione, con strattonamenti e
schiaffi. Si sono poi scagliati contro un ragazzo con la macchina
fotografica, trascindandolo violentemente, insieme ad un altro,  per tutta
la stazione fino al commissariato, sotto gli sguardi increduli delle tante
persone di passaggio. I 20 partecipanti al volantinaggio sono usciti sul
piazzale antistante la stazione, dove  sono stati circondati da 50 agenti
della celere e da 15 carabinieri in tenuta anti-sommossa, arrivati nel
frattempo a bordo di 5 blindati. L’accerchiamento è continuato per un’ora
e mezza, sono stati tutti identificati e altre 3 persone sono state messe
in stato di fermo. Bilancio finale: 5 fermi per un volantinaggio di 20
persone, 13 identificati. Il processo per direttissima sarà entro le
prossime 48 ore. Contestati i reati di resistenza, oltraggio e lesioni.
L’invenzione giudiziaria si basa su cinque referti degli agenti della
Polfer, che non sono stati resi pubblici.

Difficile immaginare quali danni fisici possa causare un’aggressione
inesistente da parte di pacifici  “distributori di volantini”, che non
avevano caschi e non danneggiavano in alcun modo la stazione, come possono
testimoniare le centinaia di persone presenti alle 18 a Tiburtina. E’
dunque  un volantino sui trasporti, sul diritto a scioperare  altamente
contudente? Se uno sciopero può far precettare centinai di lavoratori, un
volantinaggio pubblico vale cinque arresti.

Alle ore 12 di oggi è prevista una conferenza stampa allo Strike spa, che seguiremo per degli aggiornamenti.

Top