Iraq: rapporto Human Rights Watch sulle troppe vittime civili

Secondo l’associazione umanitaria Human Rights Watch le vittime civili del secondo conflitto in Iraq sono troppe e potevano essere evitate.
Le affermazioni sono contenute in un rapporto (inglese) pubblicato oggi, che esamina proprio le cause di morte dei civili.
A cura di amislc Secondo Human Rights Watch i comandi USA e GB, pur tentando di evitare vittime civili, ne hanno provocate invece fin troppe utilizzando due strategie rivelatesi fatali e inconcludenti.
La seconda tattica criticata da HRW è quella delle uccisioni mirate in stile israeliano. Nessuno dei 50 tentativi di “uccisioni mirate” ha avuto finora altro effetto se non di causare la morte di civili innocenti.Questo anche perchè è impossibile essere precisi oltre il centinaio di metri nell’individuare i leader iraqeni bersaglio di bombardamenti mirati.
Il risultato finale è che finora si è sparato alla cieca.

Top