quant’e’ largo il digital divide?

A prima vista incolmabile! L’area del Palaexpo, che raccoglie stand dei governi nazionali, organizzazioni internazionali (governative e non) e grandi multinazionali della comunicazione (come la Nokia o la Siemens) ne e’ l’esempio piu’ eclatante.
A cura di amisfd Accanto alla promozione dei telefoni di terza e quarta generazione, con immagini 3 D, ricevitori satellitari non piu’ grandi di un walkman (in grado di ricevere canali digitali anche in un tunnel), robot per la comunicazione, si trovano gli stand dei paesi piu’ poveri, dove l’obiettivo primo e’ quello di raccogliere semplici Pc per la popolazione. Se questa e’ la misura del digital divide, e’ difficile credere che venga colmata.
Per il Sud del mondo, e’ sicuramente interessante la proposta che viene da un pool di aziende specializzate nel broadcasting via satellite e guidate dalla WorldSpace. Con 30 cl di petrolio grezzo si puo’ alimentare un generatore in grado di gestire un ricevitore radio (FM e via satellite), un computer portatile allacciato a server per la trasmissione dati e un trasponder utile all’insegnamento a distanza.

Top