DS E MARGHERITA PRESENTANO EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA SU SOFTWARE LIBERO E Innovazione Tecnologica

Pietro Folena e Beatrice Magnolfi, deputati DS, hanno presentato diversi
emendamenti alla legge finanziaria sul software libero e l’innovazione
tecnologica.
Il pacchetto di emendamenti, incentiva in vari modi la diffusione del
software libero e open source (come il noto sistema operativo Linux)
A cura di Si prevede, tra l’altro:

–         sgravi alle imprese che creano software libero in funzione
strumentale alle proprie attività mettendolo a disposizione di altre imprese
o singoli;

–         destinazione di almeno un quarto del Fondo per gli investimenti
strategici nel campo dell’innovazione allo sviluppo del software libero;

–         premi a scuole, università e centri di ricerca per lo sviluppo di
progetti sul software libero;

–         PC per gli studenti e le famiglie con installato Linux o altro
sistema open source

–         creazione di un programma di incentivi alle imprese per lo
sviluppo del software libero

–         creazione di un sito web del Ministero degli Interni che svolga
funzioni di “banca del software libero” per le Pubbliche Amministrazioni

Il pacchetto di emendamenti fa parte di un più complessivo intervento sullo
sviluppo del settore ITC e delle ricerca che prevede, tra l’altro:

–         istituzione della carta di credito formativo che permetta ai
giovani di usufruire di prestiti per la formazione e l’acquisto di software
e computer;

–         detassazione degli investimenti in tecnologie digitali

–         promozione dello sviluppo tecnologico attraverso un apposito fondo
destinato alla ricerca pubblica e privata

–         istituzione di un programma di lotta al digital divide in favore
dei paesi poveri

–         detrazioni delle donazioni a favore di progetti innovativi da
parte delle imprese;

–         prestito d’onore a favore della ricerca tecnologica e dell’
innovazione nelle aree sottoutilizzate (individuate dall’ Obiettivo 1 dell’
Unione Europea)

–         provvedimenti a favore dell’aggregazione della domanda e dell’
offerta di tecnologie innovative

–         finanziamenti per il Piano triennale di informatizzazione di
Procure e Tribunali

–         istituzione del programma SIRIO (Sistema Innovazione Ricerca
Impresa Occupazione) al fine di mettere a sistema tutte le realtà di
eccellenza nell’ambito dell’innovazione tecnologica.

Ad alcuni di questi emendamenti, sviluppati a partire dal “Libro bianco”
sull’Innovazione della Margherita, ha aderito anche l’on. Fistarol della
Margherita.

Tra questi:

– fondi di incentivo e sgravi fiscali per la diffusione della banda larga
(dai 200 ai 400 milioni di investimenti)

–  creazione di piani regolatori comunali per la diffusione della banda
larga

– programma di lotta al digital divide

Top