Crash: Nuovo spazio occupato a Bologna

Il comunicato degli occupanti

CRASH OCCUPATO

Il vertice dei ministri delle infrastrutture dell’UE, che si riunisce oggi a Padova per decidere delle politiche comunitarie sulle nostre case, sui nostri territori e spazi, è illegittimo! (Come lo sono tutti gli altri
organismi internazionali – wto, fmi, oim…)

Anche per questo abbiamo voluto occupare questo spazio, per riaffermare che gli spazi e i nostri territori devono costruirsi dal basso e vivere dei desideri e dei bisogni di chi li vive.
A cura di amislc

Files allegati a questa notizia

Uno stabile chiuso, un edificio che fino a poco tempo fa inquinava con il suo deposito l’aria già irrespirabile di questa città. Abbiamo voluto riaprire questo spazio – studenti, precari, migranti e lavoratori – per
creare in un quartiere di periferia abbandonato dalle amministrazioni comunali un luogo sociale dove poter realizzare i nostri desideri e organizzare dei percorsi che soddisfino le nostre esigenze. Abbiamo la necessità di aprire una discussione sul diritto alla casa proprio in un
quartiere dove ci sono decine di edifici pubblici lasciati sfitti. Vogliamo confrontarci con chiunque si sente come noi strangolato dal caro-vita. E ancora organizzare momenti di socialità non mercificata in una zona dove, come nel resto della periferia bolognese, la noia e locali
costosissimi in un caso o il tumore dell’eroina nell’altro la fanno da padroni.

Vogliamo aprire questo spazio al quartiere per dare vita ad un laboratorio sociale dove sperimentare l’autogestione e la cooperazione tra soggetti sociali e individualità, intrecciare progetti di lotta politica a progetti
artistici e sociali, naturalmente sulla comune base dei valori dell’antifascismo, dell’antirazzismo e nel comune desiderio di cambiare le nostre giornate da incubi di noia e monotonia in un’esperienza di liberazione collettiva.

CRASH AMA LO SPAZIO… E LO OCCUPA!

Invitiamo tutti e tutte, precari e precarie, migranti, studenti e studentesse, lavoratori e lavoratrici, compagni e compagne a venirci a trovare in Via Corticella 203 [bus 27 fermata Pinardi]

OutOfControll_Crew
Centro di Comunicazione Antagonista
Comitato Senza Frontiere
Antifa Bologna

Top