Liberato dopo 18 mesi il cyber dissidente tunisino

Zouhair Yahyaoui è stato liberato il 18 novembre. Era imprigionato nel suo paese da 18 mesi per aver criticato il Presidente Zine El Abidine Ben Ali tramite Internet.
A cura di amislc

Files allegati a questa notizia

Nel 2001 Zouhair aveva fondato TUNeZINE, una web zine satirica che ha spesso preso di mira il regime del Presidente Ben Ali e ospitato dichiarazioni dell’opposizione. TUNeZINE è stata tra l’altro la prima rivista a pubblicare un intervento del Giudice Mokhtar Yahyaoui che criticava il sistema giudiziario del paese.
Zouhair Yahyaoui era stato arrestato nel giugno del 2002 e condannato un mese dopo a due anni per “aver diffuso notizie false”.

La liberazione di Yahyaoui è arrivata per la sua buona condotta dopo aver scontato più di metà della pena ed è un importante gesto da parte delle autorità tunisine, ma altri due giornalisti telematici, Hamadi Jebali e Abdallah Zouari, sono ancora in prigione.

Top