Cooperazione: i fondi per le Ong vanno alle imprese

Cooperazione: i fondi per le Ong vanno alle imprese
“Oltre il danno la beffa” è il commento di Sergio Marelli, Presidente dell?Associazione delle Ong Italiane riguardo alla proposta del CIPE di creare un fondo ex novo di 160 milioni di Euro provenienti dagli stanziamenti per la cooperazione internazionale non spesi negli ultimi tre anni destinandolo agli investimenti privati a discapito della cooperazione.
A cura di In un comunicato diffuso ieri sera l?Associazione delle Ong Italiane ?denuncia una ennesima grave decisione che il Governo intende assumere nella giornata di oggi?. Nel documento si legge che ?la quinta Commissione del ‘Cipe’ ha all?ordine del giorno la creazione di un fondo ex novo di 160 milioni di Euro provenienti dagli stanziamenti per la cooperazione internazionale non spesi negli ultimi tre anni. Questa somma si è resa disponibile, secondo quanto dichiarato dal Vice Ministro al Commercio Estero Adolfo Urso, in seguito alla scadenza della legge triennale che prevede che una percentuale dei fondi (il 20%) non utilizzati dalla cooperazione per lo sviluppo possa essere ?riutilizzata?. Una somma che servirà ad aumentare dal 25 al 49% il sostegno della Sace (ndr.Istituto per i servizi assicurativi del Commercio Estero) alle iniziative imprenditoriali, in particolare nei Balcani, nel Mediterraneo, in Cina e in Russia.?

?Oltre il danno la beffa? commenta Sergio Marelli, Presidente dell?Associazione delle ONG Italiane. ?Le Ong, oltre a non aver ricevuto i soldi stanziati per la cooperazione si trovano oggi a non poter fare affidamento su queste risorse nemmeno per i prossimi anni. Siamo infatti di fronte ad un progressivo andamento verso la commercializzazione della cooperazione. Si va imponendo in questa maniera il concetto del ?legamento degli aiuti? che va ad assommarsi al disimpegno manifestato per le tematiche della cooperazione, da parte di un Governo che ha già proposto di tagliare del 15% i fondi destinati alla cooperazione internazionale per il 2004 rispetto allo stanziamento dello scorso anno?. ?Di fronte a questa scandalosa prospettiva, che di fatto non fa che favorire gli investimenti privati a discapito dei fondi destinati alla cooperazione, chiediamo dunque – conclude Marelli – che il Governo non commetta un ennesimo furto delle risorse destinate ai Paesi poveri per favorire l?internazionalizzazione delle imprese italiane?.

Il comunicato delle ONG italiane

Top