La Campagna Sbilanciamoci! ha presentato oggi la sua Controfinanziaria per il 2004

LA FINANZIARIA CAMBIA LA TUA VITA. CAMBIAMO FINANZIARIA. Questa la parola d’ordine con cui La campagna Sbilanciamoci! ha presentato oggi alle ore 11.00, presso la
Sala Rossa del Senato, la sua manovra alternativa e le sue proposte di
emendamenti alla Finanziaria  2004.
A cura di ?Questa finanziaria mostra un governo allo sbando, incapace di una
strategia economica e finanziaria in grado di rilanciare lo sviluppo? – ha
detto Giulio Marcon, Presidente dell?ICS  – ?E? una finanziaria fatta per
coprire i buchi di bilancio, che premia le imprese e colpisce di diritti.
Per questo Sbilanciamoci! presenta una Controfinanziaria che dimostra che i
soldi previsti dalla manovra del governo possono essere spesi per aumentare
la qualità della vita di tutti anziché a vantaggio di pochi?.

E allora ecco la manovra alternativa proposta da Sbilanciamoci, una manovra
che con circa 4 miliardi di euro in meno rispetto ai 16,3  previsti da
quella del governo, mira ad aumentare la qualità della vita di tutti.

Sul fronte delle entrate le proposte sono:
·       1800 milioni di euro in meno per le spese militari
·       abolizione delle spese per i centri di detenzione, a cui la
finanziaria 2004 destina 130 milioni di euro,
·       riduzione dei fondi ( – 14.20 milioni di euro) per gli italiani
all?estero
·       reintroduzione della carbon tax (1.187, 85 milioni di euro), della
tassa di successione (+ 1.038 milioni di euro)
    * aumento delle tasse per i redditi più alti (+ 4.735 milioni di euro)
e  tobin tax (+ 1231 milioni di euro)
Questi soldi permetterebbero di:
·       finanziare un programma di reddito per i  disoccupati (6.363
milioni di euro)
·       implementare un sistema di asili pubblici (1000 milioni di euro)
·       sostenere il diritto allo studio (350 milioni di euro)
·       rimpinguare il fondo sanitario nazionale (300 milioni di euro)
·       ristrutturare l?edilizia pubblica (350 milioni di euro)
·       rafforzare il sistema di accoglienza dei migranti (127,70 milioni
di euro)
·       stanziare i fondi per ridurre le emissioni di gas nocivi (2250
milioni di euro)
·       finanziare la cooperazione allo sviluppo (250 milioni di euro).

Secondo le associazioni ambientaliste aderenti alla campagna ?i limiti
principali della finanziaria 2004 sono tre?  come ha affermato Gaetano
Benedetto, segretario aggiunto di WWF Italia  ?La prima è la mancanza di
misure che permettano di attuare gli impegni presi a Kyoto; la seconda  è
che l?art. 27 del decreto omnibus prevede che un ente possa chiedere la
decadenza del carattere culturale di un edificio pubblico, che così può
essere venduto più rapidamente; il terzo è che questo condono edilizio
permette di condonare davvero tutto, compresi gli abusi compiuti in aree
vincolate?. Un condono che ? premia i furbi, chi non ha rispettato le
leggi, e scarica i costi di urbanizzazione che ne derivano sui comuni, cioè
su tutti i cittadini onesti? rincara la dose Maurizio Picca di Legambiente.

Dal punto di vista dei diritti poi, la situazione non è migliore: ?In
questa finanziaria non c?è nessun aumento del bilancio in tema di sanità?
–  ha sottolineato Stefano Inglese, segretario del Tribunale per i Diritti
del Malato – ?Non c?è traccia del cosiddetto Fondo per l?Autosufficienza
per gli anziani e diminuisce il fondo per le politiche sociali. Manca la
copertura sanitaria per gli immigrati regolarizzati e mancano i soldi per
il rinnovo dei contratti di medici di base e infermieri. Per non parlare
poi della riduzione previdenziale per i lavoratori esposti all?amianto?.

Ma a fronte di questi tagli, una voce di bilancio che continua ad aumentare
c?è, quella del Ministero della Difesa: ?Si stanziano fondi per
l?assunzione di nuovo personale delle Forze Armate quando non ce n?è alcun
bisogno? -spiega Massimo Paolicelli dell?Associazione Obiettori non
Violenti – ?mentre i fondi per servizio civile restano invariati,
nonostante gli spot televisivi sul servizio civile volontario?.

?Appoggiamo le proposte di Sbilanciamoci e andremo ad un incontro con la
Segreteria Nazionale nei prossimi giorni per concordare iniziative anche in
vista dello sciopero generale del 24 ottobre? ha detto a nome della CGIL
Marigia Maulucci della Segreteria Generale.

Il Senatore Nuccio Jovene ha dichiarato ?Stiamo lavorando per presentare
gli emendamenti proposti da Sbilanciamoci! e vogliamo sottolineare che la
scelta del governo di presentare la finanziaria per decreto non è casuale:
l?intento è blindarla e cambiare le regole del gioco. Crediamo che, poiché
le due grosse questioni su cui si concentra il dibattito politico e i media
– il condono e le pensioni – rischiano di offuscare le altre misure,
altrettanto gravi e preoccupanti, è opportuno andare a un?iniziativa
pubblica che mostri i contenuti complessivi di questa  finanziaria?.

Tutte le proposte di Sbilanciamoci! nel rapporto di controfinanziaria per
il 2004 ?Cambiamo finanziaria. Come usare la spesa pubblica per i diritti,
la pace e l?ambiente? che sarà scaricabile a partire da sabato 18 ottobre
sul sito della campagna

more info e adesioni

Top