GIORNATA MONDIALE PER L’ALIMENTAZIONE, NO OGM

L’esclusione degli ogm dal sistema
produttivo agroalimentare, la ridiscussione della riforma della
PAC, l’abbandono del dumping sul mercato alimentare. Questi sono alcuni degli obiettivi principali
della Campagna italiana per la sovranita’ alimentare lanciata ieri a Roma in vista della giornata mondiale sull’alimentazione che si celebra oggi in tutto il mondo
A cura di amis

Files allegati a questa notizia

Legambiente, AIAB, Consiglio diritti genetici,
FLAI CGIL fi FAI CISL fi UILA UIL, Crocevia, ACLI, ARCI, ARI,
Volontari nel Mondo – Focsiv, sono unuiti nel ricordare a forze
politiche e all’opinione pubblica, che la sopravvivenza
collettiva dipende anche, o soprattutto, dai sistemi produttivi
agroalimentari. Per questo e’ stato firmata una piattaforma
all’insegna di un principio fondamentale: quello del diritto dei
popoli a definire le proprie politiche e strategie sostenibili
di produzione, distribuzione e consumo di alimenti che
garantiscano a loro volta il diritto dell’alimentazione per
tutta la popolazione.

”Riteniamo
che il commercio agroalimentare debba essere regolamentato -sostengono le organizzazioni promotrici-,
ancor piu’ dopo il fallimento del Vertice di Cancun secondo
norme e criteri specifici a tutela dei produttori, dei
lavoratori, dei consumatori e dei mercati locali, riconoscendo
il legame fra produttori e territorio. Consideriamo infatti che
l’attuale Accordo sull’Agricoltura stipulato in seno
all’Organizzazione mondiale del Commercio non riconosca la
portata sociale e ambientale del sistema agricolo e
alimentare”

Per saperne di piu’

Campagna OGM di Greenpeace

Top