Roma: furto anomalo negli studi di Amisnet

Furto anomalo negli studi di Amisnet

Questa notte gli studi di Amisnet hanno subito un furto con scasso dalle modalità inquietanti. Le coincidenze strane sono tante: proprio ieri la porta blindata non era chiusa a chiave come al solito, per cui é stato relativamente facile per i ladri scassinare la serratura ed entrare.
Ma si è trattato di ladri evidentemente particolari, visto che dagli studi sono stati rubati alcuni fra gli oggetti più ingombranti e di minor valore (due tastiere musicali, un mixer digitale ed un basso elettrico..), lasciando sul posto merce preziosa e facilmente trasportabile come un pc portatile in bella evidenza e i microfoni di studio, il cui valore economico é pari a quello di tutta la merce trafugata e che tra l’altro potevano essere portati via senza dare nell’occhio.

Ma il fatto più inquietante é che nell’inventario della refurtiva risultano tutte le registrazioni audio realizzate dal circuito Radio Gap durante le giornate di Genova 2001. Mancano sia i back up su cd, che erano facilmente visibili ed in mezzo a molte altre produzioni, che gli originali, accuratamente nascosti in un vano che poi é stato risistemato ad arte. Tutto il restante materiale radiofonico prodotto dall’agenzia non é stato toccato.

Al di là di ogni dietrologia é a dir poco curioso che questo avvenga a ridosso della conclusione delle indagini preliminari sull’irruzione nella scuola Diaz e che ad essere colpita sia stata proprio l’agenzia Amis, a Genova durante il G8, che opera trasversalmente agli spazi di movimento e non gode probabilmente della stessa visibilità di altre strutture.

il comunicato di Radio GAP
A cura di

Top