Le tasse di Berlusconi: cosa si nasconde dietro la riforma fiscale della Casa delle Liberta’

Sul quotidiano economico Il Sole 24 Ore uscito sabato 19.04.03 e’
apparsa un tabella, incomprensibile ai piu’, in cui venivano illustrati gli
effetti della nuova politica fiscale targata Berslusconi-Tremonti.
A cura di altremappe

In particolare l’articolo si riferiva agli effetti che avrà il nuovo sistema
di tassazione, che sarà basato su due sole aliquote: il 23%
per i redditi fino a 100 mila Euro ed il 33% per quelli oltre questa
cifra). Per tutta la nuova area definita no-tax e per i redditi medio bassi
in effetti si puo’ notare una effettiva, seppur risicata, riduzione del prelievo
fiscale. Nella tabella però vengono evidenziate ventisei righe, di
cui solo ventitré rientranti nella prima fascia. Estendendo la tabella aigli
importi delle imposte che vanno da 115.000,00 Euro fino alla cifra
dichiarata, nell’anno 2000, dal contribuente più ricco d’Italia, viene
svelato l’arcano. L’impianto demagogico e populista dell’intera questione
e’ in realta’ finalizzato a coprire l’enorme sconto che Berlusconi vuol fare
a se’ e ai suoi colleghi da nove zeri (di Euro).

vedi la tabella

Top