IRAQ: DIFESA ITALIANA COMPRA ARMI CHIMICHE PER INTERVENTI MILITARI

Armi chimiche contro l’Iraq acquistate con i soldi italiani? Lo chiede in una interrogazione il deputato Verde Paolo Cento il quale giudica gravissime le notizie apparse sul numero 119 della Gazzetta Ufficiale nel quale la Difesa italiana è autorizzata ad acquistare agenti tossici chimici o biologici, gas lacrimogeni, materiali radioattivi, relative apparecchiature, componenti, sostanze e tecnologie.

A cura di amisnet “Le forze armate italiane dovranno dotarsi – come è scritto nella Gazzetta Ufficiale, sottolinea Cento – di agenti biologici e sostanze radioattive adatti a per essere utilizzati in guerra per produrre danni alle popolazioni o agli animali, per degradare materiali o danneggiare le colture o l’ambiente, ed agenti per la guerra chimica. E’ possibile poi leggere – prosegue – una lunga ed inquietante lista di micidiali armi di sterminio. A cosa servono all’Italia queste terribili sostanze? Sono già state utilizzate contro l’Iraq o in Afghanistan? Quali sono i progetti bellici del governo Berlusconi di cui l’opinione pubblica è tenuta all’oscuro? Si tratta di interrogativi che devono avere una risposta perché ne va del rispetto dell’Italia delle convenzioni internazionali, del rispetto dei nostri principi costituzionali e del nostro parlamento”.

Top