CAMBOGIA: CHIESTA LA CHIUSURA DI UNA RADIO. PREOCCUPAZIONE PER LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE IN VISTA DELLE PROSSIME ELEZIONI

Khiev Kagnarith, Segretario di Stato del Ministero dell’informazione, ha ufficialmente chiesto la chiusura di FM 105 Sambok Khmum Radio (Beehive Radio) dopo che l’emittente indipendente aveva ritrasmesso le news da Radio Free Asia and Voice of America (VOA). Secondo Kagnarith, la ritrasmissione di news provenienti dall’estero nel periodo elettorale deve essere preceduta da una apposita autorizzazione del National Election Committee (NEC), anche se non c’e’ traccia di questa procedura ne’ nelle regole elettorali, ne’ tantomeno nelle competenze del NEC. Le elezioni generali si terranno il prossimo 27 luglio.
A cura di red

Files allegati a questa notizia

In realta’, quello in questione e’ soltanto l’ultimo degli attacchi alla libertà di espressione che si stanno verificando in Cambogia. Secondo una ricerca condotta in 24 province da ADHOC, il Committee for Free and Fair Elections in Cambodia (COMFREL) e the Neutral and Impartial Committee for Free and Fair Elections in Cambodia (NICFEC), nei primi cinque giorni di campagna elettorale (26/30 giugno), ci sono state diverse forme di intimidazione legate alla liberta’ di espressione. Alla gente veniva chiesto di non ascoltare le trasmissioni radio di Ta Prom, Free Asia e VOA, mentre ai sostenitori dei partiti dell’opposizione veniva impedito di partecipare e ascoltare la campagna elettorase dei propri candidati
Inoltre, come nelle precedenti elezioni, ai partiti dell’opposizione non viene dato un sufficiente accesso ai canali radio/televisivi, pur essendo questi i principali canali tramite cui soprattutto la popolazione analfabeta riesce a formare le sue preferenze politiche.
Il monitoraggio di tre televisioni e tre stazioni radio tra il gennaio e febbraio 2002 nelle province di Phnom Penh, Pursat, Battambang, Siem Reap, Kampong Cham e Sihanouk Ville, ha messo in luce che il 90% dello spazio dedicato alle news di politica interna e’ occupato dalle attività del Cambodian People’s Party (CPP), attualmente al potere; per l’ opposizione, al partito FUNCINPEC e’ stato dedicato meno del 10%, mentre il partito Sam Rainsy Party (SRP) non si e’ praticamente mai visto.

Top