INDIA: LA CORTE SUPREMA VIETA MANIFESTAZIONI

La giustizia indiana vieta qualsiasi manifestazione ad Ayodhya, la città dove il 15 marzo gli integralisti hindù, che hanno per ora rinunciato ad erigere un tempio al dio Rama, vogliono però tenere una puja, una festa religiosa.
A cura di Amisnet Spiazzati dalla decisione della corte, gli integralisti reagiscono con una marcia sulla città dell’odio, presidiata da 6mila uomini delle forze di sicurezza. Servizio di E. Giordana

Top