Note d'Oriente

Iraq'n'Roll_cropped

Iraq’n'Roll

Nella nuova puntata di Note d’Oriente parleremo di murales e caffé damasceni, cibo sotto assedio, tradizioni musicali levantine e fotografe marocchine. Ci accompagneranno come sempre le rubriche di Editoriaraba e Osservatorio Iraq. Ascolta Note d’Oriente

Alchimista

francobollo_ok

C’è posta per te. Poste Italiane e i piani di privatizzazione

La privatizzazione del 40% di Poste Italiane è stata annunciata dal governo Letta, pochi giorni prima della sua caduta in favore del nuovo presidente dei consiglio Matteo Renzi, che per il momento non ha smentito l’operazione. Scopo dichiarato incassare prontamente tra i 4 e i 5 miliardi di euro per far fronte al debito pubblico.

DOC

a passo d'uomo foto due

A passo d’uomo: la riscossa dei clochard

A Massa e Cozzile in Toscana c’è un mercatino del riuso, dove si da nuova vita agli oggetti usati e abbandonati e a gestirlo ci sono  Wainer, Barbera, Tosco, Limone, Peppo, Biondo, Nocciolina, Ettore, Pasquale: i Clochard alla riscossa. Dietro le loro storie ci sono motivi diversi per cui la strada è diventata l’unica salvezza.

Eclettica

eclettica28

C’eravamo tanto sbagliati

Dopo l’incipit del “Il sole nudo” di Asimov della scorsa settimana, in questa puntata Giulio Caperdoni chiude il cerchio ascoltando l’explicit. Inoltre ascolterete l’episodio #2 della prima stagione di Black Mirror, oltre a proseguire nell’ascolto di quel suono incredibile che esce dal vinile di “Bringing it all back home”. Ascolta Eclettica:

In questa puntata:

Passpartù

copertina

Elezioni europee e diritti umani: un’agenda di proposte.

“Stiamo subendo un’invasione, Renzi e Alfano li vanno addirittura a prendere in mezzo al mare con l’operazione Mare Nostrum”. Le parole di Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, aprono così la campagna elettorale leghista per le prossime europee. La xenofobia è insomma già in campo per racimolare voti facili ma contro tutto questo qualcosa si muove: l’Agenda per i diritti umani in Europa.

Terranave

lavorareok

Rifiuto il lavoro che genera rifiuti

    Globalizzazione e austerità hanno certificato che questo sistema non creerà più lavoro. E forse questa non è una cattiva notizia. Sempre più persone stanno immaginando una nuova logica, un diverso mondo del lavoro, delineando forme diverse di guadagno, consumo e gestione del denaro. “Il rifiuto del lavoro, sia come attivismo sia come analisi,

Top